SoundKino @ FREeSHOUT!? 2008

Sadmb with Cubie

Giovedì 2 ottobre, ex-macelli, Prato, www.freeshout.it

ore 18:00 - incontro:

“ancora lettere scarlatte - persone delocalizzate nella musica dei network”

con Alberto De Campo, Echo Ho, Hannes Hoelzl, Julian Rohrhuber e Renate Wieser dei Powerbooks Unplugged, sul Live Coding come pratica di improvvisazione algoritmica collettiva.

dalle 21:00 - live:

Sadmb (JP) PowerBooks Unplugged (DE) UnSound Zero (I) Igloo + vj Emo (I)

Dal momento che le tecniche di ripresa, elaborazione e generazione del suono sono oggi alla portata di chiunque possieda un computer, e che tutti i linguaggi musicali possono essere indifferentemente miscelati nella loro trasposizione digitale, come possono i musicisti dell’era post-elettronica orientarsi nelle infinite possibilità offerte dalla tecnologia? Ed è possibile rendere la laptop performance un’esperienza ancora interessante, dopo che ci siamo abituati a vedere sul palco persone dietro i propri schermi, sedute come alla scrivania di un’ufficio?

Il programma curato da SoundKino per la terza edizione di FreeShout, che si terrà il prossimo 2 ottobre presso gli ex-macelli di Prato, cerca di presentare alcune risposte a queste tematiche che riguardano la produzione musicale contemporanea.

I primi due progetti in programma rappresentano due modalità differenti della pratica definita Live Coding.

Sadmb si esibirà, in connessione remota dal Giappone, con il proprio software, Cubie, realizzato in linguaggio java. In Cubie le stringhe di lettere battute sulla tastiera si impilano come blocchi di tetris sulla superfice di un cubo di rubik, creando micromusica assolutamente quadrata.

I PowerBooks Unplugged sono un gruppo che utilizza il computer portatile come se fosse uno strumento acustico. I membri della formazione, che fa parte del collettivo transnazionale TOPLAP, si siedono tra gli spettatori e suonano utilizzando esclusivamente gli autoparlanti incorporati nei laptop.

UnSound Zero vede il poliedrico Michele Spanghero al contrabbasso e live electronics. Il pezzo che eseguirà in quest’occasione sarà Desmodrone, nel quale egli lascia entrare in feedback lo strumento, filtrandone e modulandone le risonanze.

Igloo è un progetto personale di Luigi Savio, beat programmer dei Telematik Guru, che rivisitando le ritmiche hip hop e dub applicate ad innovative architetture sonore, espressioni della glitchmusic e del genere idm, aspira a fragili equlibri musicali dalle influenze jazz e funky.


_____________________________________________

____________________________